Festival Giorgio Gaber: partito l’appello per la Fondazione a Dalla

Ieri, nel corso del Festival dedicato alla memoria di Giorgio Gaber, è stato promosso l'appello per la creazione di una Fondazione dedicata a Lucio Dalla.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 23 luglio 2012 20:32

Si è concluso ieri il Festival Teatro Canzone Giorgio Gaber, rassegna musicale dedicata alla memoria del defunto cantautore milanese, passato a miglior vita il primo gennaio del 2003.

Numerosi gli artisti che lo hanno ricordato nel corso delle due serate presentate da Rocco Papaleo. Tra questi Patti Smith, la sacerdotessa del rock ieri ha partecipato al festival dedicato a Gaber, dove ha interpretato “Io come persona” e Because the night e People have the power.

Non solo la Smith, visto che gli artisti italiani non hanno deluso: Samuele Bersani ha interpretato “Il Conformista” e “L’illogica allegria”, mentre Leonardo Pieraccioni, per l’occasione divenuto cantante, ha provato a cimentarsi in uno dei pezzi gaberiani più famosi “Destra e Sinistra”.

Hanno contributo al ricordo di Gaber anche Dente, Noemi, Max Pezzali e Gigi D’Alessio. Non solo musica, visto che nel corso del Festival Teatro Canzone, le due fondazioni simbolo della musica italiana, Fabrizio De Andrè e Giorgio Gaber hanno inviato un appello agli eredi di Lucio Dalla affinchè venisse costituita una fondazione per ricordare il cantautore emiliano.

Un appello volto a salvaguardare il patrimonio musicale italiano e che si pone come modo concreto per ricordare Lucio Dalla, che non si è mai risparmiato nei confronti di coloro che gli hanno voluto bene.

Al momento l’appello è stato firmato già da oltre ottanta artisti della canzone italiana e dello spettacolo. Fra le firme più celebri, quelle di Antonio Albanese, Jovanotti, Dario Fo, Fiorello, Paolo Sorrentino e Ombretta Colli, moglie di Giorgio Gaber.

Si spera nel buon esito dell’operazione, ma è lecito pensare che alla fine la fondazione si farà, anche se vige ancora il mistero sui nomi che dovrebbero guidarla.

I cugini di Dalla (suoi eredi naturali) al momento non sembrano avere un buon rapporto con Marco Alemanno (compagno di Lucio e suo collaboratore fidato) dunque è difficile capire come si evolverà la vicenda. Chi avesse intenzione di sottoscrivere la petizione, potrà farlo al portale www.giorgiogaber.net

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti