Jesus Christ Superstar ritorna in scena dopo più di 40 anni

Nel cast, nella parte di Maria Maddalena, ci sarà anche Mel C delle Spice Girls.

di Dario Russo 19 agosto 2012 16:02
Jesus Christ Superstar '70

Sono passati un  bel po’ di anni da quanto Jesus Christ Superstar fece il suo esordio nel lontano 1970. Eppure, la celebre opera rock  di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, non sente il peso del tempo. Infatti, a distanza di oltre quarant’anni, il musical sarà riproposto nelle grandi arene inglesi ed europee ripartendo il 21 settembre, con quattro serate all’O2 Arena di Londra. Il nuovo Gesù di Nazareth non sarà più il cantante dei Deep Purple Ian Gillan ma un certo Ben Forster, scelto nei mesi precedenti tramite un talent show, mentre Maria Maddalena sarà interpretata da Mel C delle Spice Girls. Come sempre, non sono mancate le critiche al meccanismo di selezione del protagonista, tanto che Tim Rice ha definito tale idea “priva di gusto” e “scadente“.

Naturalmente, bisognerà attendere la messa in scena per poter definire l’effettiva qualità della riproposta del musical, ma il successo – come nei lontani anni ’70 – dovrebbe essere certo. All’epoca l’LP venne pubblicato nel 1970 per poi arrivare in teatro il 13 Ottobre del 1971, dove fece il debutto a Broadway e rimanendo in scena per 18 mesi, mentre nel 1973 uscì il film diretto da Norman Jewison, ricevendo vari riconoscimenti e gli attori Ted Neeley e Carl Anderson ebbero anche una candidatura al Golden Globe nel 1974.

A suo tempo, quella che sarà considerata una delle più importanti opere rock di tutti i tempi, venne contestata da vari gruppi di cattolici che lo reputarono blasfemo e addirittura antisemita da parte degli ebrei. Per tali ragioni, quando venne realizzato il film, furono modificati alcuni versi per cercare di evitare altre polemiche con i cristiani.

Nonostante tutto, Jesus Christ Superstar è a una vera e propria perla musicale che ha avuto un successo a dir poco devastante. Non a caso Ian Gillan dichiarò: “Cantare in Jesus Christ Superstar è stato uno dei momenti più belli e soddisfacenti della mia carriera“.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti