Rock in Roma 2012: concerto dei Placebo per la serata finale

Domani, 2 agosto 2012, Il trio inglese chiuderà la rassegna musicale "made in Roma" dedicata alla musica rock.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 1 agosto 2012 17:46

Il Rock in Roma 2012 si chiuderà nella giornata di domani con un concerto dei Placebo. Il festival che ogni anno prende vita all’Ippodromo delle Capannelle volge dunque al termine. L’edizione 2012 del Popstepay Rock In Roma si è contraddistinta per la presenza di star internazionali. Non è un caso, dunque, che la chiusura del festival verrà affidata ai Placebo.

Il trio inglese giunge in Italia per due concerti. Dopo il concerto di Roma, infatti, la band si esibirà il 3 agosto nel Castello Scaligero di Villafranca di Verona.

Appena pochi mesi fa il gruppo aveva annunciato che in seguito alla tournèe estiva, sarebbero iniziati i lavori per la realizzazione del nuovo disco che dovrebbe uscire nel 2013.

Prima del concerto della rock band inglese al Postepay Rock In Roma, si esibiranno gli Aucan, un gruppo italiano che ha avuto un formidabile riscontro, specialmente con la critica estera.

Il Rock In Roma 2012, svoltosi all’Ippodromo delle Capannelle, quest’anno ha richiamato artisti e band come: Nina Zilli, Afterhours, Elio e le Storie Tese, Caparezza, Negrita, The Cure, Litfiba, Portishead, Incubus, Garbage, Kasabian, Lenny Kravitz, Simple Minds, Ben Harper, Portishead, Goran Bregovic, The Beach Boys, Snoop Doog, etc. I Placebo sono dunque la ciliegina sulla torta perfetta per chiudere questa manifestazione di grande musica che anche quest’anno ha deliziato la capitale d’Italia.

Volendo essere precisi, l’ultimo appuntamento con il Rock In Roma 2012, è previsto per il prossimo 22 di settembre. In questa data, infatti, verrà recuperato il concerto dei Radiohead, rinviato per l’incidente sul palco lo scorso giugno in Canada che ha interessato la band, danneggiando strumenti e apparecchiature e ferendo mortalmente un loro collaboratore.

Per la gioia dei fan italiani, il gruppo inglese proveniente dall’ Oxfordshire ha in programma altre tre date in Italia, che verranno anch’esse recuperate per l’autunno 2012. Per una volta anche l’autunno “italiano” sarà caratterizzato dalla grande musica.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti