Freddie Mercury, intervista esclusiva alla madre del leader dei Queen

Jer Bulsara racconta al mondo come ha vissuto la trasformazione del figlio da Farrokh Bulsara alla leggenda di Freddie Mercury.

di Simona Vitale 8 settembre 2012 16:40
La madre di Freddie Mercury stava guardando la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi, quando l’immagine del suo adorato figlio improvvisamente è apparsa su un grande schermo. “Ho gridato: Oh, mio caro ragazzo, dove sei? Mi manchi così tanto“. Un sorriso impertinente poi si diffonde sul suo viso. “Hanno mostrato anche John Lennon, ma ci fu un applauso molto di più per il mio Freddie”. Queste le parole di Jer Bulsara, madre del grande frontman dei Queen, in un’esclusiva intervista concessa al The Telegraph.

Freddie Mercury appare su uno schermo alla cerimonia di chiusura dei Giochi di Londra 2012

Freddie, nato come Farrokh Bulsara, frontman indiscusso dei Queen e solista carismatico, è morto nel 1991 a causa di una polmonite che ha aggravato le sue condizioni di salute, già compromesse dall’AIDS, all’età di 45 anni. Jer Bulsara, che compirà 90 anni il mese prossimo, ha trovato consolazione immensa nella sua continua popolarità, ma quando si parla di lui la sua voce è ancora rotta dall’emozione.

Non mi sembra morto da così tanto tempo. Sento ancora la sua presenza nell’immenso amore dei fan che ancora lo venerano, sebbene nessun amore sarà mai grande come quello di sua madre.

La signora Bulsara, che vive in un appartamento con tre camere da letto a Nottingham, è piccola è un po’ curva, ma il suo cervello è forte e gli occhi gentili brillano quando si parla del suo ragazzo. Lei è una praticante parsi, una religione che segue il profeta Zoroastro, che è arrivato in India dalla Persia nel 7 ° secolo. Inoltre, è sempre stata una donna molto riservata, restia a concedere dichiarazioni o o interviste. La ragione della concessione, oggi, della sua intervista sta in un nuovo e sontuoso intitolato: Freddie Mercury, The Great Pretender. Un libro ricco di splendide fotografie, tra cui diverse immagini mai viste prima, che abbracciano la vita della rock star.

Freddie Mercury, concerto con i Queen nel 1975

Si può solo immaginare quanto sia stato difficile per i genitori devotamente religiosi di Freddie, venire a patti con il loro figlio apertamente gay. Per fortuna, l’amore ha superato tutto e Freddie ha sempre cercato di proteggere la sua famiglia dalla sua vita di eccessi. In effetti, la signora Bulsara rivela che il figlio ha sempre mantenuto un certo distacco tra il suo lavoro (e la sua vita da rock star) e i suoi momenti con la famiglia. “Era gentile e molto rispettoso sia a me stesso e suo padre”, ha dichiarato la donna. Suo marito, Bomi, cassiere dell’ex British Colonial Office, è morto nove anni fa all’età di 95 anni.   La sua sessualità era un argomento del quale Freddie non ha mai discusso a casa. Non ha detto a suo madre della scoperta di essere siero-positivo o di aver contratto l’AIDS.  “Ci ha protetto non discutendo mai di tali questioni,” rivela la signora Bulsara. “Oggi sarebbero molto diverso, ma allora sarebbe stato molto difficile per lui dircelo e abbiamo rispettato i suoi sentimenti”. Quando il cantante stava per morire, naturalmente, la donna è andata a fargli visita. “Non ho avuto bisogno di dire nulla. Sapevo che era molto malato”. Freddie era nato a Zanzibar nel 1946e andò a studiare in un collegio in India, quando aveva otto anni.

Abbiamo cercato di instillare buoni valori in lui, come il rispetto della famiglia e a  dare il 100% nelle cose che faceva. E anche se non era religioso, ha rispettato le nostre strade.

 La fede Parsi crede in un Dio invisibile e si fonda su tre principi fondamentali: buoni pensieri, buone parole e buone azioni. Freddie ha sempre amato cantare e ha creato una band a scuola quando aveva 12 anni. Nel 1964, a seguito della Rivoluzione di Zanzibar, la famiglia, compresa la sorella di Freddie, Kashmira, più giovane, ora 60 anni, fuggì  nel Regno Unito e si stabilì in una villetta a schiera in Feltham, Middlesex. 

Freddie in concerto nel 1977

Come la maggior parte dei genitori che amano i propri figli, anche i Bulsara volevano il loro unico figlio maschio avesse un lavoro sicuroContinua la madre ridendo:
La maggior parte delle persone della nostra famiglia sono avvocati o commercialisti, ma Freddie insisteva nel dire che non era abbastanza intelligente e che voleva suonare e cantareMio marito ed io abbiamo sempre pensato che fosse una fase di transizione e che, una volta cresciuto, sarebbe presto tornato in sé e avrebbe fatto studi adeguati. Non è successo.
Freddie, invece, ha frequentato l’Ealing Art College, dove ha studiato per un diploma in arte e design grafico. “Mi sono sentita particolarmente triste quando Freddie ha deciso di lasciare casa e trasferirsi in un appartamento nella zona ovest di Londra“, continua la madre, ricordando anche di aver compreso il figlio che non riusciva ad esprimere appieno il suo estro musicale a causa di un vicino che si lamentava continuamente del volume troppo alto della musica di Freddie. Continua la donna:
Ha sempre amato tanto la mia cucina. Amava molto i miei  Dahls, un piatto agro-dolce a base di carne macinata e biscotti al formaggio. Quando lui era famoso e aveva gente a cena che aveva a volte mi chiedeva di prepararli per i suoi ospiti.Era così generoso, troppo. Un giorno mi ha comprato un set completo di posate in argento antico a scusarsi per non alzare per un pasto. Non mi piace usarlo perché era così elegante… Ci ha anche invitato per i pasti preparati dal suo cuoco. Quando andavo nella sua cucina per abitudine ad aiutare il cuoco, lui insisteva nel dirmi che dovevo sedermi e rilassarmi.

Freddie Mercury nel 1982

Freddie ha avuto innumerevoli amanti di sesso maschile nella sua vita, ma la sola persona che ha definito l’amore della sua vita era una donna. Freddie ha incontrato l’allora 19enne Mary Austin, che era una PR per la boutique Biba, nei primi anni settanta. Sono stati insieme per sette anni e in seguito la descrisse come la sua convivente. Ha detto che era l’unica persona che ha veramente amato e ha lasciato la sua casa, la maggior parte della sua ricchezza e diritti di registrazione a lei. “Lei era molto bella e spesso veniva da noi a pranzo”, ricorda la signora Bulsara.
Avrei voluto che Freddie si sposasse con lei e avessero avuto una vita normale, con i bambini. Ma anche quando si sono lasciati, sapevo che si volevano ancora bene e sono rimasti amici fino alla fine. Ora, non la vedo da quando lui è morto.
“Lei approva che Freddie abbia lasciato gran parte del suo patrimonio a Mary Austin?“, chiede l’intervistatrice. “Perché no?”, risponde lei con fermezza. “Era proprio come una persona di famiglia per noi e lo è ancora”. Mary aveva due figli, Richard, che Freddie conosceva, e Jamie, nato poco dopo la sua morte.Vive ancora nella splendida villa di Freddie. Nel giro di un paio d’anni dalla morte di Freddie, ci sono stati notevoli progressi nel campo della medicina nel trattamento dell’infezione da HIV e AIDS. Alcuni credono che se avesse resistito un po’ di più, forse, avrebbe potuto salvarsi. La signora Bulsara ha un approccio più filosofico. Commenta la donna:
Quel giorno, quando è morto nel novembre del 1991, è stato tristissimo, ma secondo la nostra religione, quando è il momento giusto non si può cambiare. Devi andare. Dio lo amava di più e lo voleva con lui e questo è ciò che tengo nella mia mente. Nessuna madre vuole vedere morire il figlio, ma, allo stesso tempo, ha fatto di più per il mondo nella sua breve vita di quanto si potrebbe fare in 100 anni. 

Freddie Mercury, Milton Keynes 1982

Dopo la sua morte ci mancava così tanto che io e  mio marito abbiamo deciso di trasferirsi a Nottingham, dove Kashmira viveva con il marito, Roger, in modo da poter essere vicini ai nostri due nipoti. Sono felice qui. Prendo grande conforto oggi da tutte le cose che accadono intorno a Freddie. Ci sono così tante tribute band e sono stata circa sei volte a vedere il musical We Will Rock You.
La signora Bulsara è particolarmente appassionata del nuovo libro, che contiene fotografie finemente riprodotte di Freddie da quando aveva sei mesi fino a poco prima della sua morte. Esso include anche un CD di un colloquio con Freddie dagli anni Ottanta. Il viso della madre di Freddie  si illumina mentre gira con tenerezza le pagine, mettendo le fotografie nel loro contesto e commentando, non sempre in bene, capelli e vestiti. “Come madre penso:  ‘che cosa è questo?’“, ridendo e indicando un abito particolarmente sgargiante.
Spesso gli ho detto che non mi piacevano i suoi vestiti e ho cercato di convincerlo a tagliare i capelli, ma spiegava che era una cosa che devi fare quando si è nel mondo pop e poco a poco ho imparato ad accettarlo.
 Si ferma per un minuto, poi sorride:
Qualunque cosa facesse o indossasse, ho sempre visto in lui il bambino che conoscevo e che sapevo c’era dentro di lui.

Oltre 100 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti