Lisa Marie Presley: ultimo post dedicato al figlio morto

Una storia familiare altamente tragica

di Maria Barison 14 Gennaio 2023 1:21
Spread the love

L’ultimo post sui social media di Lisa Marie Presley è stato un omaggio al suo defunto figlio, Benjamin Keough. La cantante e figlia unica di Elvis Presley è morta all’età di 54 anni, ha confermato la sua famiglia, e gli omaggi sono arrivati ​​a fiumi. I media statunitensi hanno riferito che ha avuto un attacco di cuore ed è stata portata d’urgenza in ospedale giovedì (12 gennaio), ma non è stato possibile salvarla.

La sua famiglia si è detta “scioccata e devastata” dalla sua scomparsa. In una dichiarazione che conferma la morte della star, sua madre Priscilla ha dichiarato: “È con il cuore pesante che devo condividere la devastante notizia che la mia bellissima figlia Lisa Marie ci ha lasciato. Era la donna più appassionata, forte e amorevole che abbia mai conosciuto. Chiediamo privacy mentre cerchiamo di affrontare questa profonda perdita. Grazie per l’amore e le preghiere. Al momento non ci saranno ulteriori commenti“.

Mentre i post sui social della Presley erano spesso pochi e rari, il suo ultimo post instagram si è rivelato un messaggio particolarmente toccante. Pubblicato nell’agosto 2022, ha condiviso un saggio sul dolore che aveva scritto per il National Grief Awareness Day. Presley aveva sperimentato il dolore di aver perso qualcuno non solo dopo la morte di suo padre, ma anche suo figlio, Benjamin Keough, morto suicida nel 2020. Ha scritto:Ciao. In onore del National Grief Awareness Day, ho scritto un saggio sul dolore che è stato pubblicato oggi su People. Ho pensato di pubblicarlo qui nella speranza che chiunque abbia bisogno di ascoltare tutto questo, possa trovare aiutoNel suo saggio, che è stato scritto per People, Presley ha affermato che il dolore “non è un argomento comodo” ed è “molto impopolare” di cui parlare, ma che era una conversazione importante da tenere se volevamo fare “qualche progresso”.

La morte fa parte della vita, che ci piaccia o no, e anche il lutto. Il dolore non si ferma o va via in alcun modo, un anno o anni dopo la perdita. Il dolore è qualcosa che dovrai portare con te per il resto della tua vita, a dispetto di ciò che certe persone o la nostra cultura vogliono farci credere. Non ‘lo superi’, non ‘vai avanti’, punto. Niente, assolutamente NIENTE toglie il dolore, ma trovare supporto a volte può aiutarti a sentirti un po’ meno solo.

Presley ha detto che si è affranta “instancabilmente” per la morte di suo figlio e si è persino incolpata ogni giorno per quello che è successo. La notizia della morte di Presley arriva pochi giorni dopo la sua partecipazione all’80° Golden Globe annuale di martedì (10 gennaio), dove l’attore Austin Butler ha portato a casa il premio come miglior attore per aver interpretato suo padre.

Commenti