Emilia Live: tutto esaurito per il concerto in favore dei terremotati

Sold out in arrivo per l'Emilia Live, il concertone organizzato al fine di raccogliere fondi per i terremotati dell'Emilia Romagna.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 23 giugno 2012 21:12

Il concertone per l’Emilia, in favore dei terremotati, che si terrà luned allo Stadio Dall’Ara di Bologna, ha fatto registrare il tutto esaurito.

E’ dunque iniziato il countdown per l’Emilia Live, il megaconcerto che avrà inizio alle 21 di lunedi allo Stadio Dall’Ara di Bologna, per raccogliere fondi per i terremotati.

Si preannuncia una serata all’insegna della musica e del divertimento, visto che i Vip che hanno risposto all’appello sono veramente tanti. Da registrare, infatti, la presenza di star del calibro di Ligabue, Laura Pausini, Gianni Morandi, Francesco Guccini, Cesare Cremonini, Bersani, I Nomadi, Zucchero, Paolo Belli.

Al momento la sola Raffaella Carrà è in dubbio, anche se, è lecito pensare si tratti di una mossa di marketing per accrescere l’attenzione sull’evento. Del resto per una buona causa tutto è permesso.

Gli artisti prenderanno parte all’evento a titolo gratuito. Le stesse aziende che si sono occupate della vendita dei biglietti per l’evento (Booking Show, Ticketone, Charta Viva Ticket) non hanno incassato commissioni per gli stessi. Non sono inoltre previsti pass per vip, stampa e residenti.

In questo modo, dunque, il contributo ai terremotati sarà “totale”. Il sold out è comunque il frutto di un’organizzazione perfetta. Tra i migliori promoter da segnalare Arci Bologna, che è riuscita a far promozone mediante i suoi 5.000 circoli sparsi in tutto il belpaese.

Senza contare che la stessa Bolognafiera ha pensato bene di sostenere i terremotati acquistando un ingente numero di biglietti per poi metterli a disposizione dei propri dipendenti.

Finalmente una buona notizia dunque per i terremotati, dopo lo scandalo delle donazioni tramite sms, dirottati in fondi per prestiti a tasso agevolato.

Questa volta la solidarietà sarà concreta e si spera che tutto verrà portato avanti con il massimo della trasparenza.

L’intero incasso dovrebbe essere devoluto alla popolazione emiliana colpita dal sisma ( a meno di clamorosi colpi di scena).  Dubitare è legittimo, visto che, spesso, quando ci sono di mezzo cifre a 9 zeri l’onestà diviene un lusso.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti