Paul McCartney: in uscita “Live Kisses” (VIDEO)

Ospiti speciali come Diana Krall, Eric Clapton e Stevie Wonder, oltre che divi di Hollywood del calibro di Natalie Portman e Johnny Depp.

di Dario Russo 19 ottobre 2012 17:01
Paul McCartney - My Valentine

Tutti lo conoscono per essere stato soprattutto un Beatles, ma Sir Paul McCartney – da quando avviò la carriera solista – ha comunque portato avanti progetti musicali di grande importanza, spesso andando a sperimentare anche segmenti sonori  distanti rispetto alla sua importante esperienza con gli altri tre”scarafaggi”.

Accade così che l’uscita di “Live Kisses“, in distribuzione dal 13 Novembre, suscita un certo interesse. Il dvd altro non è che la registrazione di un concerto tenuto dal baronetto più famoso d’Inghilterra, presso i famigerati Capitol Studios di Hollywood, dove canta insieme ad ospiti di grande fama internazionale come Diana Krall, Eric Clapton e Stevie Wonder. Il dvd svelerà inoltre il backstage dell’evento oltre che le interviste fatte ai vari artisti. In questo progetto spicca sicuramente la clip di “My Valentine“, con ben sei versioni differenti, tra cui una con protagonisti di divi del cinema del calibro di Natalie Portman e Johnny Depp.

Il tutto verrà inoltre accompagnato anche da un libro di fotografie con circa una quarantina di scatti.

Paul McCartney: in uscita “Live Kisses” (VIDEO)

Per i fan dei Beatles e per gli appassionati di musica, si tratta sicuramente di un’uscita da non perdere anche perché il live registrato, altro non è che un concerto eseguito in occasione del quarantottesimo anniversario della prima uscita dei Beatles presso la tv statunitense; per la precisione era il 9 febbraio del 1964.

La particolarità del concerto si riscontra soprattutto con l’avvicinamento al jazz di McCartney, apprezzabile anche nell’ultimo disco, uscito nel 2012 e chiamato “Kisses on the bottom“. Un vero e proprio omaggio ai grandi standard jazz della tradizione statunitense, molto amati dal cantante di Liverpool che  in gioventù era solito ascoltare in compagnia del padre.

Un McCartney decisamente piacevolmente inusuale che si destreggia tra grandi classici come “Only our hearts“, “I’m gonna sit right down and write myself a letter” e pezzi intramontabili come “Home (when shadows fall)“, fino a “The glory of love“.

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti