Brian May e Kerry Ellis insieme per un tour “da leoni”

Lo straordinario chitarrista dei Queen ha annunciato i live a Novembre raccogliendo fondi per una causa benefica.

di Dario Russo 7 ottobre 2012 20:41
Brian May

Quanto si parla di buona musica e soprattutto di storia della musica non è possibile non citare i Queen con la leggendaria voce di Freddie Mercury e la favolosa chitarra di Brian May. Quest’ultimo è senza ombra di dubbio uno dei migliori chitarristi esistenti che ha reso memorabili i brani della sua band e le canzoni degli artisti con cui ha collaborato. Nella sua lunga attività si è spesso reso disponibile a prestazioni benefiche dando il proprio contributo artistico per giuste cause.

Tra le tante ecco che Brian May sarà impegnato in un tour, a partire da Novembre, per raccogliere fondi per Born Free, organizzazione che ha come compito quello di proteggere i leoni africani. Le varie tappe di questi concerti di beneficenza sono state inquadrate nel Candlelight Tour e si svolgerà in luoghi piuttosto intimi, all’interno di piccole sale.

Il grande musicista anglosassone sarà accompagnato dall’amica e cantante Kerry Ellis, artista selezionata oltre dieci anni fa per interpretare Meat nel musical We will rock you, ancora in programmazione a Londra.

I due artisti avendo già suonato insieme per le date dell’Anthems: the tour, si ritroveranno in questa occasione e magari qualcuno spera in altre possibili collaborazioni. Per chi non conosce la cantante, può rinfrescarsi la memoria andando indietro di qualche mese, per la precisione al 16 Febbraio 2012, quando la Ellis (insieme a Brian May) salì sul palco dell’Ariston accompagnando Irene Fornaciari in occasione del Festival di Sanremo.

Il pubblico anglosassone quindi potrà apprezzare questa bella voce e il sound di Bryan che sicuramente farà ascoltare oltre che i brani composti da solista anche i grandi classici de Queen.

Purtroppo, sembra che per ora siano in programma solo le tappe in Inghilterra. Magari una tappa per l’11 Novembre prevista all’Union Chapel di Londra potrebbe essere fattibile, ma è chiaro che il pubblico italiano (e non solo) sarebbe felice di ospitare Brian May per dei live nelle proprie città.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti