A 50 anni dalla leggendaria foto dei Beatles. Abbey Road rivive il mito.

Una delle foto più mitica della storia della musica compie 50 anni.

di Roberto S. 10 Agosto 2019 15:50

Sono passati 50 anni da quando, alle 8 della mattina, fu scattata una delle foto più famose della musica. Una foto che rappresenta un’epoca, forse più della musica stessa che poi i fans dei Beatles avrebbero ascoltato nell’album che vede come copertina la famosa “Abbey Road Zebra cross”.

Sono le strisce pedonali più famose del mondo, quelle del numero 2 di Abbey Road, nell’elegante (oggi) quartiere londinese di St. John’s Woods.

Una foto scattata a pochi metri dallo studio della Emi, dove i quattro baronetti inglesi stavano registrando il loro album omonimo. Era l’8 agosto, e la strada u bloccata da un poliziotto per permettere a Iain Macmillan di sistemare una scaletta e fotografare qualche passaggio, con John Lennon in testa. Una delle foto più semplici e famose che sia mai stata scattata, certamente diversa da quello che avevano in mente i discografici, all’inizio, come quella di andare sull’Everest.

Paul McCartney invece ebbe un’idea semplice quanto geniale. I quattro sarebbero stati immortalati mentre andavano, in fila, agli studios.

La leggenda

Era un venerdì e di buon ora i Beatles andarono agli studios, non per registrare, ma per fotografare. Prima John Lennon, poi Ringo Starr, Paul McCartney e George Harrison.

Pochi minuti, quelli concessi dal poliziotto di zona per bloccare la strada, e una delle foto del secolo sarebbe stata scattata. Dieci minuti in cui si decise una delle copertine più famose della musica, l’unica che non ha bisogno del titolo, per sapere che si tratta di Abbey Road. Tanto famosa che non c’è nemmeno il nome dei Beatles, ma solo una striscia pedonale e i quattro magnifici che l’attraversano.

Perché tutti sapevano che i Beatles registravano ad Abbey Road, e questo bastava. La foto è anche uno dei cavalli di battaglia del complottismo, che vuole McCartney sostituito da un sosia perché morto tre anni prima.

Ma nella foto leggendaria c’è anche chi è entrato per caso, senza aver mai scritto una canzone e senza nemmeno aver mai avuto a che fare con la musica. È un passante, un turista americano di nome Paul Cole, che era lì per caso. Uno dei casi più fortunati della storia, verrebbe da dire, quello di far parte di una delle copertine più celebri della storia.

Commenti