Jimi Hendrix: al cinema con il “Live at Woodstock”

Il film riproporrà il filmato dello storico concerto avvenuto nel 1969.

di Dario Russo 7 novembre 2012 19:37
J. Hendrix

Il 27 novembre, del lontano 1942, nasceva uno dei più importanti chitarristi della storica del rock. Parliamo ovviamente del grande Jimi Hendrix che se fosse rimasto ancora in vita, quest’anno avrebbe compiuto settant’anni.

Un mito per intere generazioni di chitarristi, un idolo per tutti gli amanti del rock, morto prematuramente nel tragico giorno del 18 Settembre del 1970, pare a causa di un micidiale cocktail di alcool e tranquillanti, anche se le reali cause del suo decesso sono state sempre avvolte in un alone di mistero.

Per ricordare Jimi Hendrix,  la Nexo Digital ha pensato di rende omaggio al musicista con la proiezione di “Hendrix 70. Live at Woodstock“, pellicola dove si potrà apprezzare il chitarrista statunitense durante lo storico concerto avvenuto il 19 agosto 1969, a Woodstock, insieme alla sua band composta da Noel Redding al basso e Mitch Mitchell alla batteria.

Jimi Hendrix: al cinema con il “Live at Woodstock”

La realizzazione della pellicola per il live è stata resa possibile prendendo – dall’archivio del premio Oscar Michael Wadleigh – i filmati in 16mm del tempo che con l’aiuto della Experience Hendrix LLC, hanno reso possibile questo progetto che verrà proiettato nelle varie sale cinematografiche solo per il 27 Novembre.

Un concerto unico che è entrato nella leggenda, in cui il grande Jimi Hendrix suona con la sua brani leggendari come “Voodoo child“, “Purple haze” e “Foxy Lady“, senza dimenticare la sua personalissima interpretazione dell’inno nazionale americano, scrivendo in quel momento un pezzo importantissimo della storia del rock.

In merito a questa sua performance eclatante, c’è chi gli chiese per quale motivo avesse suonato in quel modo l’inno, lui con molta disinvoltura e senza scomporsi più di tanto, rispose con un semplice: “Penso che sia meraviglioso suonarlo così”.

Hendrix 70- Live at Woodstock” verrà proiettato, naturalmente, in una versione audio restaurata, con l’audio surround 5.1.
Un’esperienza d’ascolto che varrà sicuramente la pena rivivere per gli amanti del chitarrista e per tutti gli appassionati di musica.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti