Prodigy: in uscita dopo 15 anni la ristampa di “The fat of the land”

Il gruppo famoso nel campo della musica elettronica rispolvera i successi di uno degli album di maggior successo.

di Dario Russo 18 ottobre 2012 1:47
The Prodigy

Il gruppo inglese dei Prodigy si formò nel 1990. Ad oggi la formazione annovera ancora i nomi di Liam Howlett (tastiere), Keith Flint (voce) e Maxim Reality (voce) esordendo per la prima volta nel 1992 con il disco The Prodigy Experience, pubblicato con la XL Recordings. Il debutto fu buono e per tale motivo si arrivò al 1994 con l’album Music for the Jilted Generation. A questo punto il gruppo era riuscito a conquistarsi un pezzo importante nel campo musicale. Il successo oramai era arrivato ma serviva l’album definitivo che rendesse definitivamente solido il nome dei Prodigy. Passarono 3 anni e finalmente si arrivò ad un risultato.

Prodigy: in uscita dopo 15 anni la ristampa di “The fat of the land”

Nel 1997 i Prodigy pubblicarono il disco: “The fat of the land“,terzo progetto discografico della band elettronica, da dove uscirono pezzi come “Breathe“, una hit che rimarrà a lungo nelle classifiche inglesi.

Oramai nessuno poteva fermare la loro musica che incise un segno importante negli anni ’90. Sono passati ben quindi anni da quella pubblicazione ed ecco che ora la band farà riuscire la ristampa, disponibile nei negozi a partire dal 4 Dicembre. L’album sarà messo in vendita sia come tradizionale cd che in versione digitale, oltre al fatto che come di consueto, ci sarà una versione deluxe.

Questo speciale cofanetto avrà vari remix con la partecipazione di Noisia, Alvin Risk, Zeds Dead, Major Lazer, Baauer e The Glitch Mob. La particolarità di questa edizione saranno quattro pezzi incisi su un vinile chiamato “The added fat“.

Qui di seguito i brani presenti nella versione deluxe:

“Smack my bitch up”
“Breathe”
“Diesel power”
“Funky shit”
“Serial thrilla”
“Mindfields”
“Narayan”
“Firestarter”
“Climbatize”
“Fuel my fire”
“Smack my bitch up” (Remix di Noisia)
“Firestarter” (Remix di Alvin Risk)
“Breathe” (Remix di Zeds Dead)
“Mindfields” (Remix di Baauer)
“Breathe” (Remix di The Glitch Mob)
“Smack my bitch up” (Remix di Major Lazer)

In attesa di riascoltare tutti I pezzi, si attendono sempre con piacere le date dei concerti, sperando di averli presto in Italia.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti