Yes: live da Marzo e preparativi per il nuovo disco da autunno

Per il prossimo progetto come voce ci sarà Jon Davison.

di Dario Russo 8 gennaio 2013 3:44

Dopo l’ottimo riscontro del disco “Fly from here” (pubblicato nel 2011), la leggendaria band rock progressive degli Yes ritornerà in studio di registrazione per l’autunno del 2013, dove si testerà il nuovo cantante Jon Davison che ha rimpiazzato lo scorso anno Benoit David, a sua volta preso come sostituto di Jon Anderson.

Chris Squire, bassista degli Yes, ha così dichiarato: “Stiamo già lavorando ad alcuni frammenti e all’assemblaggio della musica. Il lavoro è allo stadio di germinazione. Jon è anche un autore e quindi porterà qualcosa in tavola da aggiungere alla miscela degli Yes“, continuando a spendere parole su Davison dicendo che: “É decisamente uno spirito creativo e non vediamo l’ora di mettere a punto con lui il nuovo materiale: la speranza è di realizzare un nuovo album di studio degli Yes che suoni fresco e diverso”.

Per gli Yes, questo 2013 è interessante non solo per il nuovo progetto discografico ma anche per i live che terranno da Marzo, serviranno per suonare integralmente tre album leggendari come: “The Yes album” del 1971, “Close to the edge” del 1973 e “Going for the one” del 1977.

Yes: live da Marzo e preparativi per il nuovo disco da autunno

Come dice sempre Squire: “É un’idea con cui ci siamo trastullati e di cui abbiamo discusso di tanto in tanto negli ultimi dieci anni. Abbiamo pensato che questo fosse il momento giusto per mettere in pratica questa strategia e vedere come funziona. Chi ha comprato i biglietti dei concerti sembra esserne piuttosto eccitato. Ci presentiamo con questo formato e con questi album e mettiamo alla prova l’idea. In futuro potremmo farne altri, anche se la prossima volta che andremo in tour sarà per promuovere il nuovo album di studio”.

Concerti veramente unici per i fan della band e per tutti gli appassionati di prog che per questi live avranno però modo di sentire anche alcuni pezzi tratti da “Roundabout” e “Fragile”.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti